SESSUALITÀ

SEX “IN VIVO”

Introduzione a sex “in vivo”

SEX “IN VITRO”

Introduzione a sex “in vitro”

Sex "in vivo"

A cura del Dr. Rolando Noseda

Coppia e benessere sessuale

Della coppia si parla tanto negli ultimi anni, soprattutto per denunciarne le “malattie”, le difficoltà, le crisi che é costretta ad attraversare da quando la donna si é emancipata e l'uomo si trova spesso spiazzato.
Molto meno si parla delle possibilità di rimediare ai tanti problemi.
Forse perché, più o meno inconsciamente, piace l'idea che basti l'amore per far funzionare una coppia? Certamente l'amore é importante, ma la vita a due é il risultato di un complesso lavoro di incastro fra due caratteri, due indole, due personalità, fra bisogni e desideri differenti.
E per alimentare e tenere in equilibrio questa complessità ci vogliono anche volontà, intelligenza, costanza, complicità.
Insomma, la vita di coppia é una scienza o forse un'arte che, proprio in quanto tale, si può imparare.
Ogni inno al vivere insieme, alla condivisione dei sentimenti, delle emozioni e dei piaceri della sessualità, oggi può apparire persino una provocazione.
Specie se si allude alla coppia.

Sempre più sovente, infatti, é proprio al suo interno che il piacere languisce e la sofferenza psicologica, ma anche fisica, aumenta.
E' allora quanto mai importante tornare a riflettere sul significato che la vita a due ha assunto ai giorni nostri.
Tutto ciò porta a vedere la sessualità in una maniera più vasta, più complessa.

Il sesso é una modalità per il dialogo, per esempio per la comunicazione, ma é anche il supporto dell'erotismo, della sensibilità corporea e dell'immaginario che può nascere da questo stesso erotismo.
Il sesso é pertanto una funzione stabile nelle sue manifestazioni, ma é anche variazione, innovazione e creatività.
I membri di una coppia moderna non possono nascondersi che vi siano e vi saranno, nel loro vivere insieme, delle difficoltà, degli imprevisti negativi e dei momenti in cui avranno una voglia terribile di separarsi o di distruggersi mutuamente.
Non potranno quindi prescindere da una certa sofferenza, dagli ostacoli, dalle frustazioni, ma sapranno anche come gestire il piacere, come riconoscerlo, come conquistarlo, purché sappiano che piacere vuol dire anche positività, sviluppo e garanzia di personalizzazione della sessualità.
Il sesso per questi membri della nuova coppia é quindi, come lo é stato per le coppie di tutti i tempi, un legame, ma adesso diviene anche una sfida ad un benessere sempre più grande, o ad una maturazione senza posa, a un'apertura sull'avvenire, al tempo stesso stimolante e gioiosa.

E' chiaro ormai che il sesso non é solo una funzione, vuoi erotica, vuoi riproduttiva: esso crea sempre e automaticamente anche dei problemi, dei conflitti che non é sempre facile gestire, e la coppia deve essere cosciente di queste caratteristiche della propria sessualità.
A tutti noi capita di rifiutare un rapporto sessuale.
Troppo stanchi, troppo tesi, troppo distratti da altri pensieri o semplicemente non dell'umore giusto, non riuscendo a suscitare in noi il desiderio sessuale a comando, esercitiamo il nostro diritto di dissenso, ma che cosa succede se la risposta sessuale é continuamente rinviata e procrastinata, che cosa succede se la mancanza di interesse nel sesso porta a problemi relazionali o é causa di una disperazione che isola dai rapporti sociali? E che dire se voi, il partner o entrambi vi sentite allarmati, arrabbiati, feriti, spaventati o frustrati perchè i rapporti sessuali sono meno frequenti di quanto riteniate normale? O se ricevete da essi meno soddisfazioni di quanto, secondo voi, dovreste ricavare? Sintomi come l'inibizione del desiderio e l'eiaculazione precoce, in netto aumento entrambi, testimoniano la crisi dell'intimità nella coppia, la sua incapacità ad entrare in un contraddittorio dialettico e la sua necessità di usare uno “stile” metaforico per esprimere bisogni, insoddisfazione ed anche ostilità.
Sintomi come l'anorgasmia coitale o il disturbo dell'erezione non rappresentano altro che l'incapacità a lasciarsi andare al piacere, a seguirne il percorso, perché tesi verso la meta della massima prestazione e del massimo risultato.
Tensione che, se si guarda bene, probabilmente non sarà un ingombro solo nel incontro-confronto sessuale, ma anche per il funzionamento complessivo della vita, fuori e dentro la coppia.

LIBERATORIA | PRIVACY